Cosa c’è di peggio di essere rinchiuso in prigione o di essere costretto a letto in un letto d’ospedale per una grande quantità di tempo?

Sono stato in prigione, negli ospedali e negli ospedali carcerari. È una domanda soggettiva. Le prigioni sono affollate e un buon comportamento è sospetto nel migliore dei casi. Gli ospedali sono soli, si ottiene un servizio al tavolo e le persone cercano di essere sinceramente gentili.

Da bambino, trascorsi mesi in un reparto pediatrico ospedaliero. Non è permesso lasciare il letto mentre i medici hanno cercato di decidere cosa c’era di sbagliato in me. Non potevo camminare. Li sentivo parlare di “porcellino d’India”. Pensavo che fosse la malattia che avevo. 60 anni dopo, i miei genitori insistono ancora che era “solo acqua in ginocchio”. Penso che avessero paura di dire “polio”.

Da adulto, sono stato trasferito dalla prigione in un ospedale pubblico per un’operazione di fine settimana, incatenato al letto, con una guardia di 24 ore. La stanza aveva due letti. Io e la guardia avevamo ciascuno la nostra televisione. Era speciale, mi sentivo speciale.

Ho anche trascorso un paio di settimane nell’unità di isolamento dell’ospedale del carcere di Walla Walla con un’infezione contagiosa resistente alla penicillina (MRSA). Era interessante, molto molto solo, molto tranquillo e spaventoso dal punto di vista medico.

Suppongo che faccia la differenza se hai una data di rilascio. Entrare in un ospedale e non sapere se ce la farai è il peggiore.

Related of "Cosa c’è di peggio di essere rinchiuso in prigione o di essere costretto a letto in un letto d’ospedale per una grande quantità di tempo?"

Dal momento che non ho mai provato nessuna delle due situazioni, sarò semplicemente sensato e spiegherò i pro ei contro:

  • Entrambe le situazioni ti lasciano la sensazione di essere imprigionato; è solo che uno è un carcere fisico e l’altro è un freno alla mobilità fisica, che per me è lo stesso.
  • In entrambi i luoghi potresti avere a che fare con persone mentalmente instabili, luoghi raccapriccianti e storie non felici.
  • In carcere hai compagni che si trovano nella stessa situazione ogni giorno, mentre in un ospedale puoi stare da solo in una camera da letto per un giorno intero (o giorni).
  • In carcere puoi svolgere attività fisica, leggere e anche altre attività lavorative. A seconda delle tue condizioni, ma resterai costretto a letto, molto probabilmente non sarai in grado di fare nessuna di queste in un ospedale.
  • In carcere puoi litigare e magari ferirti o morire. È improbabile che ciò accada in un ospedale, a meno che tu non muori dalla tua stessa condizione. Entrambi potrebbero avere la stessa rara probabilità di accadere, però.
  • È probabile che i membri della famiglia ti visitino più spesso in un ospedale che in carcere.
  • Nessuno dei due posti accetta animali 🙁
  • Potresti essere costretto a letto in un letto d’ospedale forse per un anno, il che è già molto tempo, penso, ma una pena di 10-25 anni è molto più lunga.

Avendo considerato questo, la mia decisione risiede nel fatto che sono in grado di leggere. Se sono costretto a letto, ma posso ancora vedere, leggerò un’intera biblioteca tutto il giorno tutti i giorni e non sarò troppo triste. Se non lo sono, allora scelgo di leggere in prigione. Dopo tutto, è solo una probabilità leggermente più alta di essere pugnalato in un corridoio in cambio di un pacchetto di sigarette. E non fumo nemmeno.

Preferirei essere in ospedale finché non fosse per qualcosa che mi ucciderebbe. Il loro cibo è migliore e almeno sarei con persone compassionevoli. Non c’è niente di tutto questo in prigione! E non vorrei che le persone mi dicessero cosa fare. Non mi piace nessuno che mi dica cosa fare. Ho la mia mente e posso pensare per me stesso. Nessuno ha bisogno di comandare me. Gli ufficiali correttivi non sono amichevoli. Sono addestrati a non fare amicizia nelle carceri. La mia famiglia e gli amici potevano venire a trovarmi ogni volta che volevano, non solo sabato e domenica. Potevo fare telefonate ogni volta che mi sentivo abbastanza bene per farlo. E DEVO SENTIRE GUARDARE QUELLE LUOGHI DI GHIACCIO FERRO CHIUDIBILI CHIUDERE TUTTA LA NOTTE!

Non sono stato in prigione. Sono stato allettato in ospedale per quattro giorni. Non è un’enorme quantità di tempo, ma abbastanza per me. Il mio BP era il doppio della quantità normale. Sono stato trasportato in ambulanza dall’altra parte della strada da dove lavoravo. Quel viaggio costava 750 dollari. Ho avuto una flebo con me per tutto il tempo. Ho ordinato il caffè e mi è stato detto niente caffeina per te. Due colleghi sono venuti a visitare. Uno era gentile. L’altro era snarky. Era tutto, “Tutti su questo piano è VECCHIO.” Risulta che ero nel reparto cardio. I dottori pensavano che avrei avuto un infarto o avuto un ictus. L’IV ha succhiato. Il cibo no. Mi è stato dato un cocktail di droga che includeva farmaci anti ansia. Quello stava calmando. Per completare il tutto, ho ottenuto il mio periodo per la prima volta in tre mesi. Non lo farei di nuovo, comunque. Sto solo pensando che il carcere sarebbe peggio, ma guardando il lato positivo, niente IV.

O potrebbe essere una vacanza. Tutto dipende da quanto dolore possono essere affrontati dal detenuto o dal paziente. Più probabilmente entrambi sono cattivi. Dipende dalla malattia e da cosa tu stia cercando. La maggior parte sceglierebbe l’ospedale a parità di altre condizioni. Se sei un membro di una gang, potresti preferire la prigione dove i detenuti gestiscono il manicomio, per così dire. Le droghe potrebbero persino essere più disponibili in carcere che nelle strade o nell’ospedale. Gli ospedali hanno recentemente una carenza di farmaci, tra cui antidolorifici.

Non ne sono sicuro. Il confinamento in carcere è terribile, ma non si ha il dolore aggiunto della malattia. Il confinamento a letto a causa di una malattia è terribile ma hai ancora delle scelte e accesso alle libertà, alla famiglia e agli amici. Penso che nessuno dei due sia buono ma non so che posso quantificare una cattiveria rispetto ad un’altra.

Non sono mai stato in prigione, ma direi che, in un ospedale, non devi preoccuparti degli altri pazienti che cercano di picchiarti o ucciderti. Sono stato costretto a letto in ospedale diverse volte, e il mio unico problema era la mia testardaggine di non obbedire agli ordini di restare a letto e lasciare che lo staff mi aiutasse. Ero a rischio di caduta e non volevo ammetterlo.

Sono stato a lungo in un letto d’ospedale a causa di una ferita da arma da fuoco nel petto e posso sicuramente dire che non è stato un grande momento della mia vita, non sono mai stato in prigione o in prigione. Solo curioso di sapere quali sono le opinioni altrui.

Quando sei rinchiuso hai una certa mobilità e interazione con gli altri. In uno stato costretto a letto, sei limitato dal movimento, sei colpito e svegliato ogni tanto da essere controllato da medici e infermieri e ad un certo punto della famiglia e di qualsiasi altro amico potrebbero fermarsi! Mentre nessuno dei due è invitante, suppongo che il minore dei due mali sarebbe una vita dietro le sbarre … Ma per quello che vale non mi metterei mai in quella posizione!

Beh, non sono mai stato in prigione / prigione, a meno che non contenga l’infanzia, ma ho passato un mese in ospedale. Mi è piaciuto molto, buon cibo, tv quando volevo, wifi e tante belle infermiere che mi aiutavano ogni giorno. Sono stato anche favorito da alcune ragazze che erano a scuola perché potevo aiutarle con il lavoro del corso. L’unica cosa che non era divertente erano gli stimolatori muscolari che dovevo indossare per un paio di settimane perché non riuscivo ad alzarmi dal letto; l’unica cosa che mi ha causato sonno irrequieto. Oh e il monitor del cuore, almeno era mobile, una volta ero in piedi ma dovevo averlo per tre settimane di permanenza.

Dopo più di un po ‘di entrambi, prenderò il letto d’ospedale. Sono più libero in un letto d’ospedale nel mondo reale che in qualsiasi prigione.

Il letargo di essere costretto a letto è molto difficile da recuperare. La prigione, può essere molto difficile psicologicamente. Quindi, dovrei prendere la prigione.

Loro ugualmente succhiano ugualmente.