Come sapere se sei esaurito, sei un perdente o sei solo stanco e hai bisogno di una pausa per riprendere il tuo percorso di carriera

Come recuperare da un burnout – Chengeer Lee – Medium

7 passi che ho preso per riaccendermi

C’erano delle volte in cui ero distrutto. Stavo lavorando troppo sul lavoro che non era intellettualmente stimolante e non mi dava senso di realizzazione. Ero stanco della routine. Probabilmente tutte le persone più vicine mi avrebbero detto che stavo sembrando stanco.

Alcune persone si sono allontanate da me pensando che sono peggiorato come persona. Hanno detto che sono cambiato.

Non sei la persona che conoscevo.

Sì. È una specie di schifezza che ascoltavo. Ho imparato che queste persone sono piene di merda.

Non ho mai rinunciato a qualcuno solo perché è stanco.

Sono molto grato a queste persone. Mi hanno insegnato molto sulle relazioni e su come le persone possono trattarti in situazioni critiche. ho imparato che la verità sulle relazioni è reale come sempre

Il recupero da un esaurimento non è qualcosa che accade casualmente. Uno dovrebbe assumersi il 100% di responsabilità per l’auto-guarigione.

Questa è la strategia che ho applicato per riaccendermi.

È semplice:

Passaggio 1. Tornare indietro.

Quando le cose si sono incasinate ho dovuto smettere di muovermi. Ho dovuto capire dove le cose sono andate male in primo luogo.

Quando le persone mi hanno chiesto: “Come stai?” Ero solito dire: “Io sto bene”.

Potrei averlo ripetuto così tante volte che ho iniziato a crederci anch’io. Non ero.

Mi ci è voluto un po ‘di tempo per capire che è giusto smettere di muoversi, è giusto fare un passo indietro e smettere di crescere e svilupparsi perché qualcosa non va.

Quello che dovevo fare a quel punto è farlo

Passaggio 2. Ammetti lo status quo.

Il primo passo per risolvere il problema è ammettere che il problema esiste.

Guarda lo status quo oggettivamente.

Sei bruciato. Accettarla.

Non sei sempre stato così e non lo sarai. Renditi conto che è temporaneo. Anche se al momento non puoi sfuggire all’attuale zona morta, sappi che inevitabilmente succederà prima o poi.

Passo 3. Prenditi il ​​tuo tempo

È importante imparare a sopportare il test con una pausa – il periodo di tempo in cui non succede nulla.

Va bene non avere tutte le risposte. Va bene essere a disagio nello stato di incertezza su ciò che succederà dopo.

Quando ho avuto un burnout l’apatia era reale. Ho perso significati in tutte le cose, ho pensato che tutto fosse senza valore. Ho dormito fino a tardi, non volevo alzarmi e fare cose. Niente ha avuto senso.

Sorprendentemente, uno dei modi più efficaci per iniziare a fare qualcosa è non fare nulla.

Medita Stai fermo e solo BE.

Questo potrebbe essere un po ‘contro-intuitivo, ma se ti trovi al centro della stanza e, letteralmente passivamente, non fare nulla sarebbe difficile rimanere fermi anche per 10 minuti.

Avrai il prurito – l’impulso interno a muoversi a cui è impossibile resistere.

Canalizza questa energia in qualcosa di utile.

Passaggio 4. Fai cose nuove. Fai cose scomode

Pulisci la tua casa.

Quando pulisci la tua casa stai pulendo la tua mente. Personalmente, penso che sia un perfetto primo passo verso qualsiasi cambiamento tu abbia deciso di implementare nella tua vita. Purifica l’energia intorno a te e senza dubbio ti sentirai meglio.

Insieme all’inizio della pulizia

decluttering

Ogni oggetto ha una struttura informativa su di esso. Prendiamo qualcosa di semplice. Una penna per esempio. Quando lo guardi, l’intera scheda informativa ti viene in mente. Pensi: “È uno strumento. Ha dentro un inchiostro blu. Posso scrivere con esso. Posso persino colpire qualcuno con esso ecc. “L’informazione si spiega da sola ma è alimentata dalla tua energia di attenzione.

L’energia dell’attenzione è finita. Ogni singolo oggetto presente nella tua casa, anche il più piccolo, lo sta drenando.

Sbarazzarsi di (e non comprare) cose che non aggiungono valore alla tua vita.

Quando ho chiesto alle persone su Quora: “Quali sono le cose che vorresti conoscere nei tuoi anni ’30?” Molti di loro hanno detto spesso che desiderano sapere che quanto poco è importante l’importanza che hanno le cose materiali.

Un ragazzo ha detto di aver acquistato alcuni mobili in legno fatti a mano che ha comprato per 1500 dollari a pezzo. Ha detto: “Ero molto orgoglioso di averli. Ora ho 60 anni e non li ho mai usati. Di recente, sono riuscito a venderli per 150 $ pezzo. Solo ora posso vedere come ho raccolto cose inutili per tutta la vita. ”

Un altro uomo di 72 anni scrive: “Quello che ho imparato alla fine della vita è che non importa. Posso comprare una Lamborghini in contanti, ma guido la vecchia Toyota che correva 250k km +. Potrei ordinare un abito da un sarto italiano per un paio di grands, ma indosso magliette per 8 dollari in Walmart. Posso permettermi uno smartphone dorato, ma ho persino abbandonato il mio stupido telefono alcuni mesi fa. Ciò fa impazzire i miei figli. Non riescono ancora a ottenerlo – alla fine, non importa. ”

Leggere

Leggendo persone che scrivono meglio di me, è così che inizio la mia mattinata. La maggior parte di loro mi fa sorridere, alcuni di loro rendono la mia giornata.

Quando a volte trovo storie di persone che hanno fatto esperienza di burnout e condividono le loro storie, capisco che se qualcuno potesse prendere le loro cazzate insieme, anch’io posso.

Scrivi

Non riesco a risolvere il caos della mia vita se non organizzo le cose sul giornale. Il ronzio costante del self-talk in testa a volte potrebbe essere travolgente.

La scrittura è un ottimo strumento per auto-riflettersi. Aiuta a guardare alla situazione obiettivamente.

Scrivere è una terapia. Quando scrivo lo faccio in modo colloquiale. Certo, spero che quando scriverò il mio messaggio troveremo te, mio ​​lettore, ma spesso non è il mio obiettivo primario. A volte voglio solo risolvere qualcosa dentro di me una volta per tutte. Mettere i miei pensieri nelle parole sulla carta aiuta molto.

Esercizio

Quando lavori fuori il tuo corpo sintetizza endorfine il cui ruolo essenziale è quello di servire come antidolorifico naturale. La sensazione di vuoto che accompagna il burnout induce un self-talk negativo che a sua volta può causare depressione.

Passare deliberatamente attraverso il dolore fisico rimuove il dolore dello spirito. Niente è più rinfrescante di un’ora di intensa attività fisica.

Scollegare

Una delle cose migliori che ho fatto è stata la disattivazione di tutte le notifiche per le app sul mio telefono. Sorprendentemente, il mondo non ha smesso di girare. Alcune app possono essere cancellate del tutto. In generale, questo solo passo ti libererà.

Trascorri del tempo con la natura.

Ricollegarsi con la fonte interna. Torna alla comprensione profonda che sei quello che sei indipendentemente dalla tempesta che stai attraversando. La natura ci insegna che tutto è temporaneo e ci ricorda che tendiamo a esagerare l’importanza di molte cose.

Passa il tempo con le persone che ami.

Anche loro ti amano. Ti supporteranno e ti diranno che, qualunque cosa accada nella tua vita, staranno al tuo fianco. Non essere imbarazzato per riposare nel loro amore, recuperare le ferite e recuperare le energie. Ci saranno giorni in cui avrai bisogno di essere lì anche per loro.

Passaggio 5. Imposta un nuovo obiettivo

La differenza tra la persona che ha “fuoco nei suoi occhi” e colui che non lo fa è nella meta che dà fuoco. L’energia che ti dà energia viene dalla tua missione che è simile all’energia potenziale – la distanza tra te e l’obiettivo e la scala di esso, ciò che definisce la scala di te come persona.

Quando senti che hai recuperato abbastanza dichiari i tuoi obiettivi. Il tuo obiettivo dovrebbe essere abbastanza ambizioso da creare la tensione desiderata. Dovrebbe essere spaventoso e formulato in modo molto preciso.

Passaggio 6. Iniziare a eseguire e guadagnare slancio.

La quiete genera dubbi. Il movimento non lascia spazio per loro. Inizia a fare le cose, all’inizio forse anche meccanicamente.

Privati ​​della componente emotiva associata al movimento. “Affidati” al processo. Lascia che fluisca Attraverso te.

Costruisci lo slancio e non perderlo. L’ozio è mortale.

Passaggio 7. Guarda indietro.

Infine, quando i tuoi dubbi continuano a comparire, non dimenticare di guardare indietro e valutare i tuoi progressi.

Quando il tuo auto-parlare negativo vuole sabotare la tua fiducia e il senso di autostima, torna ai tuoi ricordi e guarda quante cose hai già realizzato.

L’obiettivo non è il punto finale, l’obiettivo è il processo.

Va bene sentire paura e avere dubbi su se stessi. È naturale. Ciò che non va bene è lasciare che controllino te.

Mi dico:

Hai passato un bel po ‘di merda. Sei arrivato così lontano.

Ce ne saranno abbastanza per fare solo un altro passo.

Fai solo un altro passo del cazzo.

Quando inizio a sentire il burnout, mi ricordo la scena di “Skyfall” quando Bond incontra il cattivo Silva.

Quando Silva si vanta vivacemente di tutte le cose magnificamente terribili che può fare con un solo clic sul suo laptop, tra cui “l’esplosione di gas a Londra”. Bond sorride: ” Beh, tutti hanno bisogno di un hobby.

Silva è perplessa. Sta impiegando diversi secondi per comprendere qualcosa e non ci riesce. Lui dice: ” Allora, qual è il tuo?

007 risposte:

I burnout accadono. Fottiti.

“Qualunque cosa la vita mi getti, vieni a me fratello, sono pronto!” Questo dovrebbe diventare la tua mentalità.

Bond non è a prova di proiettile. Lui è vulnerabile.

Ma ciò che lo rende così attraente è il modo in cui affronta le sue vulnerabilità.

Questo è ciò che lo rende James Bond.

Sa che le situazioni in cui si sentono impotenti succhiano alla grande. Lo fanno anche nella vita reale. Ma il momento in cui ti alzi dopo che cadi – questo è il momento della gloria.

Ti scrivo questo:

Ovunque tu sia, qualunque cosa tu faccia adesso. So che sei stanco. Va bene.

CONTINUA COSÌ.

Related of "Come sapere se sei esaurito, sei un perdente o sei solo stanco e hai bisogno di una pausa per riprendere il tuo percorso di carriera"

Sei distrutto se

  • Non sei contento di quello che stai facendo ora.
  • Ti senti come se non ci fosse futuro.
  • Continui a cambiare frequentemente le tue priorità.
  • Non sai cosa fare dopo.
  • Non stai completando le tue attività quotidiane sulla tua lista di cose da fare.
  • Stai sprecando il tuo tempo in lavori non importanti.

Se rientri in una delle categorie sopra elencate, VAI E PRENDI UNA PAUSA!

Hai solo una vita, devi vivere ogni giorno come se fosse il tuo ultimo giorno. Goditi la pausa e torna quando sei pronto al 100% a ricominciare a lavorare.

Quando sei in pausa, non cambia la realtà di cui hai bisogno per lavorare. Usa la tua pausa per pensare con calma a come raggiungere i tuoi obiettivi. Le risposte cominceranno a scoppiettare nella tua mente prima o poi.

Ti auguro il meglio!

Saluti

Salis Afaque (CEO di SALISMANIA.com)

Se trovi la risposta a questo, per favore dimmi! Ero distrutto, cosa che potevo raccontare dal timore di andare a lavorare in un lavoro che amavo, non più educato con i clienti, che agitava i miei colleghi e odiava la mia vita. Ritornare all’università per una seconda carriera era ringiovanente. Mi ha ricordato che il mio cervello funzionava ancora e io ero più vecchio ma non ancora morto! Ho iniziato a sentirmi nuovamente emozionato per il futuro. Ma sono stato lasciato andare da diversi piccoli lavori a cui ho lavorato mentre ero al college per vari motivi. È stato umiliante, dopo anni di buona carriera e ottimi voti nella mia classe, di non riuscire a mantenere un salario minimo. Mi sentivo un fallimento alla vita. La fine della storia deve ancora essere determinata. Ma so che lungo la strada ho incontrato molte persone tra i 40 e i 50 che stanno ricominciando. Penso che sia un punto naturale in cui riesamina la tua vita e decidi che questo non è ciò che vuoi fare fino alla pensione. Vuoi goderti quello che fai di più, o sentire di fare la differenza, non solo fare soldi. Se stai chiedendo se sei distrutto, probabilmente lo sei. Se ti chiedi se sei un perdente, probabilmente sei solo infelice per quello che fai. Suggerisco di iniziare a guardare altre opzioni. Cosa volevi fare al liceo, prima che la vita ti portasse al lavoro in cui ti trovi ora? In cosa trovi più gioia? Cosa puoi riqualificare o qualificare senza una quantità indefinibile di output? Se ritieni di aver bisogno di un cambiamento, probabilmente lo fai.

Sono stato bruciato l’anno scorso, e un po ‘quest’anno, e sono la stessa cosa.

Lo so, perché è esattamente come mi sentivo.

Non volevo interrompere completamente ciò che stavo facendo, ma avevo solo bisogno di una pausa da tutto questo. Stavo lavorando troppo, lavorando troppo, pensandoci sopra, giudicandomi, essendo assurdamente duro con me stesso, ecc. E avevo solo bisogno di allontanarmi un po ‘dalle cose.

Non penso che tu sia un perdente, perché un perdente probabilmente non verrebbe qui a chiedere aiuto.

I perdenti non chiedono aiuto. Si limitano a sguazzare e lamentarsi e si aspettano che tutti gli altri risolvano i loro problemi per loro (senza chiedere). Pensano di avere diritto a una soluzione solo perché.

Lo so, perché è esattamente quello che ho fatto – fino a quando non ha peggiorato le cose e reso ancora più infelice.

Se uno dei miei amici mi ha fatto questa domanda, ecco cosa direi:

Devi fare una pausa. In qualche modo, in qualche modo, devi farlo. Sarai spazzato via da quanto aiuta.

Se stai facendo questa domanda probabilmente sei già lì o veramente vicino.

La tua mente gira mentre sei al lavoro? Hai paura di quando ti svegli al mattino? Guardi costantemente l’orologio aspettando la fine della giornata?

O è tempo per una piccola vacanza o un nuovo lavoro. Dipende da te che è più attraente.

Beh prenditi una pausa e saprai … Se ti senti ancora bruciato, allora sei più di un perdente …

Ma siamo tutti più sciolti finché non colpiamo qualcosa che ha più significato e scopo dopo che iniziamo a sentirci bruciati …

Quindi se ti senti costantemente così hai bisogno di autoipnosi. Ya è una parola grossa ma la tecnica che ti sto facendo è piuttosto semplice …

Circonda la tua vita di messaggi positivi, bevi il caffè in tazza di positività, più ti senti positivo ad abortire il tuo lavoro, meno bruciati senti … se decori bene il tuo ambiente sentirai più azione orientata che ti aiuterà a sentirti meno bruciato … Più si sente positivo, meno si brucia si ottiene …

Aiutaci a raggiungere 1 milione di persone attraverso selfninja dot com.

Selfninja.com – Tutto quello che devi sapere!

Questa è una domanda spirituale.

Chiediti se le tue emozioni si stanno deteriorando o se sono stabili. Se sei stanco e hai bisogno di una pausa, sarai giù ma stabile. Dopo un periodo di riposo, la tua vita migliorerà.

Hai bisogno di una nuova sfida. Il tuo cervello è molto felice quando è impegnato a imparare cose nuove. Quando si conoscono tutti i dettagli del proprio lavoro e non ci sono progressi naturali nell’assumersi nuove responsabilità, si diventa “esauriti” o in “bisogno di vacanza”.
Le vacanze ti aiuteranno temporaneamente perché letteralmente dimentichi una piccola percentuale di ciò che fai automaticamente e devi reimparare quando torni.
Quindi la risposta sarà: affronta nuove responsabilità, qualcosa che non è facile e un po ‘impegnativo per tenere impegnato il tuo cervello (mettiti in “stato di flusso”, dove passa il tempo)

Valutazione della tua depressione da parte di uno psichiatra competente (quello con MD).