In che modo la larghezza di distribuzione dei globuli rossi aiuta i medici a diagnosticare le malattie?

Non lo fa; non in modo indipendente comunque. La larghezza di distribuzione dei globuli rossi (RDW) ti dice solo quanta variazione c’è nella dimensione del globulo rosso. Un normale RDW indica che esiste una normale quantità di variabilità nelle dimensioni. Un RDW elevato indica che esiste una maggiore variabilità.

Tuttavia, ci sono molte malattie in cui l’RDW è normale. Anche con una malattia in cui l’RDW è spesso elevato, un paziente può avere un RDW normale. E ci sono vari motivi per un alto RDW – una popolazione di cellule dimorfiche come risultato di una trasfusione di sangue, per esempio.

Secondo UpToDate:

Numerosi studi osservazionali hanno correlato un alto RDW con esiti avversi, inclusa la mortalità. Tuttavia, il RDW può essere semplicemente un marker di altri fattori prognostici sfavorevoli come l’età, le comorbidità o lo stress fisiologico.

Questo è il motivo per cui è importante esaminare l’intero CBC e osservare lo striscio periferico.

Fonte: UpToDate

Validazione e meccanismi potenziali della larghezza di distribuzione dei globuli rossi come marcatore prognostico nell’insufficienza cardiaca.

Relazione tra la larghezza di distribuzione dei globuli rossi e il tasso di eventi cardiovascolari nelle persone con malattia coronarica.

Related of "In che modo la larghezza di distribuzione dei globuli rossi aiuta i medici a diagnosticare le malattie?"