Cosa succederebbe se la Morte Nera si diffondesse negli Stati Uniti? Può e sarà contenuto?

È GIÀ QUI !!!!!!!

Ed è stato per molti decenni, e non è un problema. Yersinia pestis, il microbo dietro la peste bubbonica, sopravvive in natura in vari luoghi del mondo, dove le popolazioni di roditori fungono da serbatoi. Negli Stati Uniti, quelli sono per lo più negli stati del sud-ovest. Ogni anno, una manciata di persone entra in contatto sufficiente con questi serbatoi e contrae la malattia.

E poi vengono portati in ospedale e trattati, e poi stanno bene. Oggi abbiamo farmaci che possono curare le persone infette da Y. pestis. In effetti, abbiamo avuto farmaci per curarlo dal 19 ° secolo. Ciò che ha reso la peste così devastante durante il Medioevo è che nessuno sapeva come funzionasse. Non c’erano trattamenti per questo, e non c’erano misure di salute pubblica per prevenire la sua diffusione. Ma in questi giorni, è essenzialmente un problema risolto. Siamo in grado di curare i malati e prevenire la diffusione della malattia con grande facilità. Poche persone l’anno ne escono, di solito meno di una dozzina negli Stati Uniti (più in altri paesi, ma IIRC nelle centinaia totali su base globale) e passano un po ‘di tempo in ospedale prima di andare a casa. Questo è ciò che la peste nera è stata ridotta alla scienza medica: una malattia rara e facilmente trattabile.

Related of "Cosa succederebbe se la Morte Nera si diffondesse negli Stati Uniti? Può e sarà contenuto?"

Generalmente, tali malattie pericolose vengono identificate precocemente e le quarantene vengono somministrate localmente e per prevenire spostamenti in tutto il mondo in modo tale che la diffusione della malattia sia ridotta al minimo. A seconda che si tratti di un’infezione virale o batterica, e dipendente dalla sua capacità di diffondersi per via aerea, sarebbero stabiliti protocolli per minimizzare la diffusione e ridurre al minimo la perdita di vite umane, prima che diventi una pandemia, se possibile. Se è qualcosa per cui si possono sviluppare vaccinazioni e produrre in serie in un tempo sufficiente, un sistema di distribuzione sarebbe concepito per aiutare tutte le persone, tuttavia, la priorità sarebbe data a quelli nel nostro paese. A seconda di questi e di altri fattori, potrebbe comunque esserci una grande perdita di vite umane. Ad esempio, potrebbe essere che sia batterico ma che sia resistente a tutte e quattro le classi di antibiotici. Se è virale, potrebbe essere un virus retrò e non prestarsi allo sviluppo di un’immunizzazione.

Se, nel caso della Peste Nera, esiste già un metodo noto di trasmissione comune, le pulci. Nel medioevo, proveniva da pulci che vivevano su ratti e topi. Oggi i roditori sono controllati e quasi nessuno ha un’infestazione nella loro casa, certamente non nella loro biancheria da letto. Abbiamo più cani, ma abbiamo efficaci shampoo, polveri, trattamenti topici e metodi iniettabili per mantenere tali infestazioni al minimo. Penso che saremmo in grado di gestire un’altra peste bubbonica senza significative perdite di vite umane, in questo paese e in Europa. Potrebbero essere necessari diversi anni per estirparlo in altre regioni, mentre le quarantene sono costrette a rimanere in vigore in quelle regioni che hanno sistemi medici poveri e uffici governativi e di sicurezza inefficaci o inesistenti.

Per quanto ne so, la peste bubbonica (la peste nera) è in realtà piuttosto facilmente curata con la medicina moderna e gli antibiotici, se viene catturata abbastanza presto.

Più della metà dell’Europa morì a causa della peste, perché nessuno al tempo capì come funzionasse la malattia, quindi i medici non avevano idea di come trattarla e una mancanza di igiene gli consentì di diffondersi rapidamente. Se, oggi, gli Stati Uniti dovessero fare i conti con la peste, non sarebbe stato così devastante.

Sì. Sebbene storicamente grave e ancora pericolosa, la peste può essere contenuta nella moderna tecnologia medica. Tuttavia, la peste polmonare che si sta diffondendo in Madagascar è così grave perché gran parte di essa è rurale e le persone non sono in grado di raggiungere in tempo un ospedale adeguatamente attrezzato.

Con tutto il dovuto rispetto per coloro che hanno risposto a questa domanda, è altamente * improbabile che la Morte Nera sia la stessa cosa della peste bubbonica e quindi causata da Yersinia Pestis, che è facilmente controllabile con antibiotici. Probabilmente era un’infezione virale non ancora identificata.

La scienza della medicina è avanzata un bel po ‘negli ultimi 500-700 anni.

La “morte nera” è ora ben compresa. Le medicine moderne possono affrontarlo abbastanza bene.

Le pandemie sono un pericolo reale, ma la peste bubbonica è un problema che sappiamo come affrontare.

Cosa tiene gli epidemiologi svegli di notte? Influenza.

Nulla, poiché la peste può essere controllata da antibiotici. Anche la peste è già qui a causa dei pionieri originali.