Sta diventando un oftalmologo più difficile che diventare un medico generico?

Questa è una domanda difficile a cui rispondere in quanto può essere vista in un paio di modi diversi. Ho una prospettiva un po ‘unica perché ero un medico di famiglia per circa tre anni prima di iniziare la formazione per diventare un oftalmologo che ora ho 21 anni e la mia risposta potrebbe essere un po’ controversa.

Ho scoperto che essere un buon GP era più difficile che essere un buon oculista. Questo non vuol dire che un buon GP sia più intelligente di un oculista poiché fare bene in entrambe le specialità richiede abilità significative. Piuttosto, quello che sto dicendo è che un medico generico dovrà affrontare una varietà di malattie, siano esse relativamente banali come le ossa rotte e il comune raffreddore o oscure e sottili come alcune malattie autoimmuni o una varietà di tumori. Con una conoscenza relativamente limitata di alcune di queste malattie (relative allo specialista), il medico curante dovrebbe fare la diagnosi o almeno esserne sospettoso e quindi fare un trattamento o un referral come richiesto. Un oftalmologo o un altro specialista riceverebbe questa richiesta dal medico generico e quindi determinerà, dalla sua conoscenza relativamente ampia della sua specialità specifica, se la malattia è curabile da loro. Ad esempio, se un paziente si presenta al medico con dolore intorno all’occhio potrebbe essere mal di testa da tensione, emicrania, sinusite, arterite temporale, fuoco di Sant’Antonio, uveite e un’enorme varietà di altre cose. Il medico generico dovrebbe fare test e questionari per limitare almeno se può trattare questo con Aspirina per il mal di testa da tensione o eventualmente indirizzarlo a uno specialista ORL per trattare la sinusite, un neurochirurgo per l’esame del tumore al cervello o un oculista per curare l’uveite. Se io, in qualità di oftalmologo, vedessi questo paziente, dovrei solo esaminare l’occhio per determinare se questa fosse la causa del problema (dovresti essere comunque consapevole di altre condizioni non oftalmiche che potrebbero essere possibili ma che io non starebbe trattando). In un certo senso si potrebbe dire che un GP conosce un po ‘di cose e uno specialista sa molto di pochissime cose. Secondo me è più difficile fare bene nella prima situazione.

L’altro punto di vista però è che l’oculistica, come alcune altre specialità, sono ricercate e ci sono opportunità limitate per l’ingresso in questi programmi di formazione. Ciò rende la competizione rigida e generalmente significherebbe che le persone che accedono a questi programmi avrebbero fatto meglio alla scuola di medicina e quindi, a tale riguardo, è più difficile diventare un oftalmologo. Nota Non sto dicendo di meglio in medicina o di essere un medico in quanto ci sono molte altre qualità che rendono un buon medico e voti alla scuola di medicina sono solo uno di loro. C’è un detto interessante che ricordo dalla scuola di medicina su come si comportano i diplomati. Diceva che si poteva dividere la classe dei diplomati in terza in base alle loro prestazioni nella scuola medica. Il terzo terzo è stato detto per rendere i migliori insegnanti. il terzo medio ha fatto i migliori dottori e il terzo più basso ha guadagnato di più.

Related of "Sta diventando un oftalmologo più difficile che diventare un medico generico?"

“Più forte”? Forse sì forse no. Un oftalmologo è uno specialista in malattie degli occhi e il loro trattamento. Ci vuole molta più formazione che essere un medico generico perché il normale corso di formazione (almeno negli Stati Uniti) è quello di diventare un “medico generale” e poi continuare a specializzarsi.

Tuttavia, gli oftalmologi hanno molti strumenti e test. Possono rendere la malattia oggettiva e laddove una persona non ha nulla nei test, tende a far passare il paziente a qualcun altro. La malattia altamente obiettiva è, nel complesso, più facile della malattia soggettiva. L’obiettività rende il processo decisionale molto più facile e facilita anche il lavoro con le compagnie assicurative.

I medici di base assistono in molti pazienti con sintomi vaghi. Questo crea molti problemi strategici. Inoltre, molti di quei pazienti con sintomi cronicamente vaghi hanno lo stress come loro malattia primaria. Eppure, non vogliono questa diagnosi. Quindi, il medico è messo in un dilemma: prova a curare la vera malattia e il paziente si arrabbia, non riesce a curare la vera malattia e la malattia continua.

Quindi, “più difficile” è una discussione complessa in questo confronto.

Dipende cosa intendi con un medico generico. In alcuni paesi, un medico generico è una persona che ha terminato la scuola di medicina e ha una licenza indipendente per praticare la medicina.

In alcuni paesi come l’Australia e il Canada, un medico generico è un medico di famiglia negli Stati Uniti, dove il medico ha fatto almeno 3 anni di formazione dopo la scuola medica in vari campi della medicina per diventare un medico di base.

Essere duri dipende anche dal livello di comfort. Se non ti piace la chirurgia e la ricerca nei microscopi, l’oftalmologia potrebbe essere più difficile per te. Se non ti piace l’ampiezza di conoscenze che un medico GP / FM deve avere, l’oftalmologia potrebbe essere “più semplice” in quanto ti concentri solo sui problemi agli occhi. Anche la durata dell’allenamento è un problema, tanto più se si desidera prendere un addestramento di sottospecialità, di solito Ophtho è più lungo.

È certamente più competitivo entrare in una residenza di oftalmologia che in una residenza di medicina interna. Entrambi i campi richiedono i loro punti di forza, quindi quale campo è più difficile da praticare è una questione personale.

“Sta diventando un oftalmologo più difficile che diventare un medico generico?”

Non so se è più difficile ma ci vuole più tempo. Devi completare la tua formazione come medico di medicina generale prima di diventare uno specialista di qualsiasi tipo, incluso uno specialista in oftalmologia.